Collasso quantico – Enter Multiverse Ballad

Multiverse Ballad

Book trailer realizzato da Daniele Carotenuto Photography, voce narrante e montaggio di Alessandro Corsi Valentini, musiche eseguite e composte da Simone Pilleri (dita de Diòs) e Riccardo Perria. Immagini di copertina di -ROM- (darknessetfolly.blogspot.com).

Grazie a tutti.

10 responses to “Collasso quantico – Enter Multiverse Ballad

    1. Grazie, carissimo Hendioke. 🙂
      Ora manca soltanto il testo, che si spera sia all’altezza delle aspettative. 😛
      La cover è un orgasmo (ehm, si può dire?). ROM è stata fenomenale, oltre ogni aspettativa sia nostra che dell’editore. La cover rispecchia alla perfezione non solo il mood, ma anche i particolari del contesto e dei Pg scelti e ritratti. Notare il gatto che non è solo un gatto, ma è senza coda; il modello di revolver nel fodero; l’orsacchiotto di Elena (ops, mi è scappato). E il Big Bang di Londra, con una lancetta rotta solo in un quadrante dell’orologio… Cioè, mi vien voglia di rileggerlo. 😀

  1. Pazzesco! il Trailer è azzeccatissimo, fa quasi venire i capogiri.
    E l’Orso sognava i suoi sogni incoerenti, sopito tra gli astri
    Bastian tremava nella soffitta della scuola al riparo del temporale
    E Odino urlò, alla vista del Vuoto Beante

  2. … speechless!
    Un grazie di cuore agli artisti (ARTISTI, thrice underlined) che hanno creato cover e trailer.
    Non ce lo meritavamo, Andre!

    PS
    Ma l’avete sentita la sountrack? Dico, l’avete sentita? Simo, è dai tempi del Denver Blues che ne sono convinto: tu non devi salire mai su un elicottero!!!

    PPS
    ovviamente il BIG BEN in Multiverse Ballad non poteva che chiamarsi BIG BANG – andre, il tuo inconscio potrebbe uscire e iniziare a scrivere per conto suo ;P

  3. @ Andre+Tim+Simo+ROM – mi avete convinto a lanciare dalla finestra il libro che stavo leggendo ed iniziare subito Multiverse Ballad.

    @Patrick Rothfuss – sorry dude. No offence meant.

    1. no, no, aspetta un attimo, finchè si scherza si scherza, ma non fare sgarri a Rothfuss:
      1) scrive divinamente.
      2) l’hai vista la sua effige su wiki ita? David Gnomo meets Sons of Anarchy … non mi sembra il caso di mancargli di rispetto 😛
      3) non ha ancora concluso la trilogia con “Doors of Stone’ che sto aspettando quasi quanto il prossimo AsoIaF … se si offende e smette di scrivere?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *