Psicanalisi del cinguettio

Lo so che ho un caratteraccio, ma sono fatto così. Quest’oggi su Lìberos un po’ di Psicanalisi del Cinguettio, o Twitterologia.

Si sa come va. Un giorno stai al pub con i tuoi vecchi amici programmatori sfigati a berciare su come diventare milionari lanciando una nuova piattaforma online, e il giorno dopo il tuo portale è la corazzata Social più grossa della Websfera. Twitter, Social Network di “microblogging” lanciato nel 2006, conta al momento più di 500 milioni di utenti registrati ed è divenuta per molti una realtà quotidianità, uno strumento tramite cui rapportarsi al mondo. Ce l’ha ordinato il medico? Peggio: se si parla dell’industria mediatica, e di una particolare branca in terrificata crisi strutturale – l’editoria –  ce l’ha ordinato l’Oscuro Signore: il MeRcAtO. Senza nessuna costrizione diretta, ha fatto fare tutto alla nostra paura. Paura di cosa? Paura di non-essere, perché nel Web 2.0 se non appari non sei, e se nel Web 2.0 non sei, potresti scomparire anche nel mondo reale (faccina spaventata).

Continua su Lìberos…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *